Digital marketing: 10 metriche online ADV oltre il ROI

Oltre il ROI

Se vi state approcciando all’online ADV, vi starete sicuramente rendendo conto che il famoso ROI, cioè il ritorno sull’investimento, non è l’unico valore che conta per capire se la nostra attività di online marketing è sta funzionando. Se ancora non siete sicuri che investire in marketing digitale sia la scelta giusta, vi invito a leggere questo articolo.

Ci sono molte metriche da tenere in considerazione oltre al ROI, riferimenti che ci aiutano a valutare l’andamento delle nostre attività ma soprattutto ad ottimizzare le campagne. Di seguito una lista delle 10 metriche da tenere in assolutamente in mente sia che facciate web marketing, mail marketing o ADV sui social.

Le 10 metriche fondamentali

Click

Questa metrica la conosciamo tutti o forse pensiamo di conoscerla. Infatti, è un semplice contatore che indica il numero di click. Attenzione però perché in base all’attività che state andando a monitorare la misurazione può avere delle differenze. Nel caso di una campagna annunci, come quella nei motori di ricerca o nei social, si riferisce al numero di click sull’annuncio e non sulla pagina d’atterraggio, nel caso di una mail marketing fa riferimento invece ai click effettuati all’interno della mail (e non quello utile ad aprire la mail stessa) o a volte, solo i click effettuati su un determinato elemento della mail.

Conversion – Conversioni

Questo è un contatore che indica il numero di conversioni, ovvero il numero di utenti che hanno effettuato una determinata azione da noi richiesta e misurata.

CPA – Cost Per Action

Si può riassumere come il consto per conversione e nel caso in cui il vostro obbiettivo non è un ritorno economico (quindi se il ROI non è valutabile) identifica il costo campagna diviso le conversioni ottenute in un determinato periodo.

CPC – Costo Per Click

Indica il costo per ogni visita ricevuta mediante il click sulle inserzioni.
Su Google ADS, una delle principali piattaforme di online ADV, il CPC è molto importante dato che nel meccanismo di asta è quello che crea la competizione fra i vari inserzionisti e determina la rilevanza che ha l’annuncio. Attenzione però questo valore non dipende solo keyword che scegliamo ma anche dalla qualità della nostra inserzione.

CPL – Cost per lead

Anche in questo caso, questa metrica può essere un alternativa al ROI per valutare la performance di una campagna che non preveder un rientro economico diretto ma che in questo caso è destinata all’acquisizione di nuovi lead (Ovvero utenti che rilasciano le proprie informazioni e che possono essere utilizzate come contatti per le prossime attività di marketing).

CPM – Cost Per Mille Impression

Questa metrica rappresenta il costo in base al numero di volte in cui l’annuncio viene pubblicato. È ideale per gli inserzionisti che reputano importante la notorietà del brand. 

CTR – Click Through Rate

Questa metrica mostra il rapporto tra i click e le impressioni (vedi giù) o il CPC e CPM. Una metrica fondamentale per comprendere le performance della tua campagna.

CR – Conversion Rate

Questo indica il Tasso di conversione di una campagna o action. Generalmente indica il rapporto tra Conversioni e Click. Anche in questo caso, se la nostra non è un’attività che prevede un rientro economico diretto e il ROI non è efficace a valutare la performance della nostra campagna, il CR può rivelarsi un ottima unità di misura.

Impression – Impressioni

Spesso questa metrica viene confusa con le visualizzazioni. Niente di più sbagliato, essa infatti fa riferimento al numero di volte in cui un annuncio o inserzione viene mostrata agli utenti. La differenza è fondamentale perché non valuta l’attività dell’utente ma solo se e quanto l’annuncio viene mostrato (non è necessario che l’utente lo veda).

QI – Quota impression

Questa metrica indaga quante ricerche vengono effettuate con un determinato budget, molto utile per comprendere l’efficacia della nostra strategia di marketing.

Conclusione

Spero che questo breve elenco possa tornarti utile ed essere un riferimento da consultare quando muovi i primi passi nel mondo del digital marketing.

Nel caso volessi approfondire le metriche in particolar modo di Google ads ti invito a leggere questo articolo più dettagliato e ampio di databox.com anche se completamente in inglese. Buona lettura.

Autore dell'articolo: Roberto Maiolino

Formazione professionale da graphic designer, lavoro nel settore nel marketing tradizionale e digitale. Una figura unica per la la grafica, la comunicazione e l’advertising. Da anni lavoro per le aziende sul territorio nazionale e per le agenzie di comunicazione del Trentino-Alto Adige. www.robertomaiolino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *