Glossario della comunicazione

glossario

Introduzione

Ho redatto un piccolo glossario dei termini tecnici più utilizzati nel blog. Sono terminologie importanti che riguardano il mondo del design, del marketing e della comunicazione.

Ancor più importante di sapere è saper dove cercare.

Per questo ho deciso di creare questa piccola enciclopedia personale che spero vi possa essere utile per i vostri studi o le vostre ricerche. Un glossario che ho intenzione di aggiornare costantemente anche in base alle vostre richieste. Buona consultazione.

Glossario della comunicazione

A

Above the line

Termine tecnico utilizzato in marketing per indicare tutte le attività di comunicazione che sfruttano i media classici. Tutte le altre attività sono considerate Below the line.

Affiche

Termine francese col quale si indica manifesto.

Nell’ambito del design e dell’arte con questo termine ci si riferisce a un particolare tipo di manifesto diffuso in Europa alla fine dell’800, da cui deriva il manifesto pubblicitario moderno.

Affissione

Mezzo pubblicitario basato sull’esposizione di manifesti di varie dimensioni in luogo pubblico.

AIDA

Modello teorico secondo cui il consumatore arriva all’atto d’acquisto passando per quattro differenti fasi: attenzione, interesse, desiderio e azione.

Annuncio

Messaggio pubblicitario.

Annuncio stampa

Messaggio pubblicitario diffusso a mezzo stampa.

Annuncio Web

Messaggio pubblicitario diffuso via web.

Art Director

In Marketing è la figura professionale che si occupa delle scelte iconografiche della produzione del layout e che sviluppa, tramite immagini, i concetti di una campagna pubblicitaria. Lavora, in genere, a stretto contatto con il copywriter.

App

Software estremamente leggeri utilizzato in sistemi operativi per dispositivi mobili.

Araldica

Studio del blasone, cioè degli stemmi, allo scopo di individuare, riconoscere, descrivere e catalogare gli elementi grafici utilizzati nel loro insieme per identificare in modo certo una persona, una famiglia, un gruppo di persone o istituzione.

B

Baseline

Componente delle parti verbali di un messaggio pubblicitario; è la frase che definisce l’elemento di continuità aziendale tra le diverse campagne. Viene normalmente posizionata come pay-off sotto il marchio dell’azienda.

Basic design

Disciplina centrale del design che serve a trasferire le conoscenze di quest’ultimo ad un pubblico di potenziali progettisti. Intreccia intimamente propedeutico, pensiero teorico e metodologico.

Below the line

Termine tecnico utilizzato in marketing per identificare tutte le attività di comunicazione non rivolte ai media tradizionali. Convenzionalmente sono collocate in questa categoria, le attività come: sponsorizzazioni, promozioni, pubbliche relazioni, marketing diretto, etc.

Benefit

Termine usato per identificare i vantaggi da proporre al consumatore o quelli ottenuti o ottenibili dall’impresa mediante una determinata azione di marketing.

Bodycopy

Parte testuale del messaggio pubblicitario che sviluppa il concetto comunicativo esposto nel titolo. in genere, ma non necessariamente, è la parte di testo a cui viene affidata la descrizione delle caratteristiche dell’azienda e/o prodotto presentato.

Bozzetto

Prototipo di un prodotto d comunicazione aziendale nel quale vengono disegnate immagini d’esempio e l’ingombro del testo.

Brand

Termine inglese che può essere utilizzato per riferirsi ad una marca o una linea di prodotti.

Brand Equity

Termine inglese col quale si indica il valore di marca. Indica la somma delle qualità distintive di una marca.

Brand knowledge

Conoscenza di marca. E’ una delle qualità della marca. Essa si compone di due caratteri: notorietà (Carattere quantitativo) e immagine di marca (Carattere qualitativo).

Brand Identity

Letteralmente identità di marca. È l’espressione di una marca attraverso il suo nome e la sua immagine visiva. Costituisce il suo principale mezzo di riconoscimento di fronte al consumatore.

Branding

Termine inglese che designa la selezione degli aspetti che concorrono a differenziare un prodotto in modo da renderlo competitivo. Lo stesso termine può essere utilizzato per riferirsi all’attività che permette la diffusione e il consolidamento di un brand.

C

Carattere (Tipografico)

Blocchetto di lega metallica che reca in testa una rappresentazione in rilievo di una lettera o di altri segni tipografici. Nell’ambito informatico, con lo stesso termine si indica un’unità minima di informazione che, corrisponde a un grafema utilizzato per descrivere  lettere e glifi.

Claim

Frase dov’è racchiusa la promessa che il prodotto fa al consumatore. Questa può essere inserita sia nell’headline che nella bodycopy.

CMYK

Metodo di rappresentazione del colore, attraverso sintesi sottrattiva, le cui componenti sono espresse in quantità di ciaino, magenta, giallo e nero. Nell’ambito della stampa questo metodo viene utilizzato per la stampa in quadricromia.

Corporate Identity

Termine che indica l’immagine coordianta aziendale, ovvero, l’insieme delle norme che regolano l’utilizzo del marchio e di ogni altro elemento all’interno della comunicazione d’impresa.

D

De Stijl

Termine col quale si indica la corrente artistica e stilistica del neo-plasticismo.

Distribuzione

Insieme delle attività connesse al sistema logistico e dei trasporti, atte a trasferire i prodotti dal produttore al consumatore.

F

Figura retorica

Forma espressiva basata su una deviazione da linguaggio comune, il cui scopo è quello di rendere il messaggio più efficace. Si distinguono tre categorie: fonetiche, sintattiche e semantiche.

Font

Termine inglese che proviene dal francese medioevale fonte, ovvero, qualcosa che è stato fuso dal latino fundere, con riferimento ai caratteri mobili prodotti per la stampa tipografica. Nella lingua italiana, questo termine coincide con il termine carattere tipografico.

Font family

Famiglia di cararatteri che può includere diversi pesi e stili di uno stesso font.

Formato ISO 216

Standard internazionale che definisce il formato carta che si basa sullo standard tedesco DIN 476.

G

Glifo

In origine indicava un qualsiasi segno inciso o dipinto. In tipografia è una rappresentazione di uno o più grafemi. In informatica, all’interno di un carattere tipografico, mentre con il termine grafema ci si riferisce ad un’unita di testo, con il termine glifo si fa riferimento ad un’unità grafica.

Gotico (Carattere)

In tipografia e in informatica col termine gotico si può fare riferimento a un tipo di carattere che riprende le forme della scrittura gotica.  A volte, può essere confuso con il termine inglese gothic che può essere utilizzato per indicare un carattere senza grazie.

Graphic design

In italiano anche detta progettazione grafica, indica il campo professionale che si occupa dello studio e della progettazione della comunicazione visiva attraverso l’utilizzo di immagini e testo. La figura che si occupa di questa professione è detta graphic designer; nella lingua italiana col termine grafico si fa riferimento, sia al graphic designer che ad altre figure professionali che operano nel campo della grafica e della computer grafica.

Grazia

In tipografia la grazia è la parte terminale di una lettera. Esistono caratteri che presentano lettere senza grazie (Sans serif) che si distinguono dai caratteri con grazie (Serif). In base alla forma delle grazie si possono riconoscere tipologie diverse di carattere.

Griglia di impaginazione

Sistema di guide sviluppato, attraverso l’intersezione di righe e colonne, dal progettista per favorire la corretta impaginazione degli elementi all’interno di un artefatto.

Gutter

Spazio che intercorre tra le colonne di una griglia d’impaginazione.

H

Headline

Titolo, spesso disposto in testa, di un annuncio pubblicitario.

I

Industrial design

Indica il campo professionale che si occupa dello studio e della progettazione di prodotti destinati ad una produzione industriale.

Interior design

Indica il campo professionale che si occupa dello studio e della progettazione degli spazi e degli oggetti d’uso comune all’interno di un luogo chiuso, sia esso un’abitazione privata o un ambiente di lavoro. Più che ad un aspetto estetico, l’interior designer pone più attenzione agli aspetti pratici e funzionali.

L

Layout

Fase di un progetto grafico che sintetizza i contenuti e regola la loro disposizione.

Lettering

L’insieme delle operazioni col quale si studiano, progettano e dispongono le lettere e i caratteri tipografici.

Logotipo

Combinazione di due o più lettere che rappresentano il nome dell’azienda o prodotto.

M

Marca

Entità che identifica e racchiude le caratteristiche di un’azienda o prodotto, che sis esprime attraverso una o più parole atte a differenziare l’azienda prodotto dalla concorrenza.

Marchio

Entità grafica che identifica una marca, un’azienda o un prodotto attraverso la combinazione di uno o più segni grafici.

Market oriented

Termine che si riferisce ad un’aziende che orienta la produzione di beni e/o servizi sulla base delle esigenze del mercato. Opera in funzione delle caratteristiche dei consumatori e dei vincoli da superare per soddisfarli.

Marketing

Insieme delle  tecniche, degli studi e delle operazioni volte ad ottimizzare gli scambi di mercato mediante la creazione, individuazione e stimolo dei bisogni dei consumatori.

Marketing-mix

Insieme degli strumenti utilizzati per perseguire le strategie di marketing.

N

Numeri di fibonacci

Successione, con definizione ricorsiva, di numeri interi positivi in cui ciascun numero è la somma dei due precedenti e i primi due termini della successione sono per definizione uno.

P

Pack Shot

Modalità di rappresentazione del prodotto o del suo packaging in un annuncio.

Packaging

Il prodotto, composto da materiali di qualsiasi natura, adibito a contenere e a proteggere determinate merci, dalle materie prime ai prodotti finiti, per consentire la loro manipolazione e la loro consegna dal produttore al consumatore o all’utilizzatore e ad assicurare la loro presentazione, nonché gli articoli a perdere usati allo stesso scopo.

Pay-off

Parte verbale posta sotto il marchio dell’azienda che chiude un annuncio pubblicitario. Spesso utilizzato come elemento di continuità di campagne pubblicitarie diverse.

Peso (Carattere)

In tipografia il peso del carattere indica il rapporto tra area inchiostrata e aria in bianco della serie di caratteri. È riconoscibile attraverso lo spessore dei tratti che compongono un carattere indipendentemente dalla sua dimensione.

Pixel

Abbreviazione di picture element. È l’elemento più piccolo che compone un’immagine digitale.

Place

Distribuzione di un prodottro.

Posizionamento

Ruolo che si vuole dare ad una marca o prodotto, attraverso la comunicazione pubblicitaria, rispetto alla percezione emotiva e concreta del consumatore.

Prodotto

Bene o servizio prodotto da un’azienda.

Product design

Come l’industrial design, indica il campo professionale che si occupa dello studio e della progettazione di prodotti destinati ad una produzione industriale. Tuttavia, il product designer, si differenzia dall’industrial designer dal fatto che il primo si concetra più sullo studio dell’aspetto estetico e funzionale, della pianificazione e valorizzazione, più che alla sua fattibilità produttiva.

Product oriented

Si riferisce all’impresa che opera mettendo in primo piano il prodotto, invece di analizzare e seguire le richeste specifiche del mercato.

Promotion 

Insieme di attività che hanno l’obiettivo di incentivare le vendite.

Pubblicità

Attività che comprende ogni forma di comunicazione volta a produrre vantaggi per l’azienda o marca, attraverso l’utilizzo di una comunicazione che sfrutta tecniche persuasive.

Pubblico

Gruppo di persone che potenzialmente fruisce di un artefatto pubblicitario.

Punzone

Parallelepipedo, in lega metallica, su la cui testa è inciso in rilievo e a rovescio un segno tipografico, utilizzato per costruire le matrici che fungono da stampo per la realizzazione di una stampa a caratteri mobili.

Q

Quadricromia

Tecnica di stampa che utilizza il metodo colore CMYK.

R

Rebrand

Rivisitazione sostanzialeoperata da parte di un’azienda sul proprio marchio e il suo posizionamento nel mercato.

Restyle

Rivisitazione marginale e stilistica di un marchio.

RGB

Metodo di rappresentazione del colore, attraverso sintesi additiva, le cui componenti sono espresse in quantità di rosso, verde e blu. Nell’ambito informatico questo metodo viene utilizzato per la rappresentazione di immagini destinate a essere visualizzate su un monitor.

S

Sans serif

Si definiscono sans serif le font senza grazie.

Serif

In termine indica le grazie di un carattere. Le font con grazie si definiscono, appunto, serif.

Sezione Aurea

Indica il rapporto tra due lunghezze disuguali delle quali la maggiore è medio proporzionale tra la minore e la somma delle due.

Simbolo

Elemento della comunicazione che esprime contenuti di significato ideale dei quali esso diventa il significante.

Slogan

Frase stereotipata, breve, emblematica, creata per enfatizzare la marca o il prodotto.

Social media 

Tipo di media online in cui le informazioni contenute provengono soprattutto dagli utenti che, da fruitori, diventano anche produttori di contenuto.

Stampa a  caratteri mobili

Tecnica di stampa diretta che prevede l’utilizzo di matrici a punzoni “Caratteri mobili” che vengono inchiostrati per il trasferimento dei grafismi dalla matrice alla carta attraverso la pressione.

T

Target

Gruppo preciso di consumatori che si intende raggiungere in quanto potenziali clienti del prodotto. Termine di derivazione militare in quanto indica “bersaglio da colpire”.

Trademark

Marchio aziendale solitamente inserito all’interno di un’annuncio pubblicitario.

V

Visual

Parte di un’annuncio rappresentata da un’immagine, che si tratti di un’illustrazione o di una foto.

X

Xilografia

Tecnica di incisione a rilievo su legno, a scopo di riproduzione a stampa.

Conclusioni

Questo glossario crescere nel tempo grazie anche alle vostre richieste e segnalazioni che potete inviare a info@robertomaiolino.it. Se volete, potete anche consultare il glossario delle figure retoriche, utile a chi si occupa di comunicazione pubblicitaria e graphic design.