Installare un WordPress in una subdirectory

Wordpress Slide

Perché avere WordPress in una subdirectory potrebbe essere conveniente?

Si vuole gestire un blog all’interno del proprio sito web? Si gestisco più siti WordPress sullo stesso dominio? o semplicemente non si vuole installare WordPress alla base del sito, nella root principale? In ognuno di questi casi e non solo, l’installazione WordPress in una subdirectory è una valida alternativa al più canonico dominio di terzo livello.

Per primo ha avuto numerose perplessità in merito a questa scelta ma (come si può notare dalla URL di questo blog) alla fine io per primo ho optato per installare il mio blog in una sottodirectory. Ho quindi deciso di dedicare uno dei primi articoli a questo argomento, magari per aiutare chi come me non sapeva se e come installare correttamente wordpress in una sotto cartella.

Installazione di WordPress in una subdirectory

Prima di tutto dobbiamo capire come installare WordPress, ovviamente se sapete già come fare saltate pure questa parte. Altrimenti, provate a controllare se il vostro ISP (Internet Server Provider) offre un servizio di installazione automatica di WP, ad esempio Aruba lo fa, in caso contrario ecco come installare wordpress in 5 passi (Dal sito ufficiale).

  1. Scarica e decomprimi il pacchetto di WordPress se non l’hai già fatto;
  2. Crea un database per WordPress sul tuo server web, ed un utente MySQL che abbia tutti i permessi per accederci e modificarlo;
  3. Rinomina il file wp-config-sample.php in wp-config.php;
  4. Apri wp-config.php in un editor di testo e inserisci i dettagli del tuo database come spiegato in Modificare wp-config.php per generare ed utilizzare la tua secret key;
  5. Carica i file di WordPress nella destinazione che desideri sul tuo server web;
    • Se vuoi integrare WordPress nella cartella principale del tuo dominio (es. http://tuonome.com/), sposta o carica tutti i contenuti della tua cartella WordPress decompressa (escludendo la cartella stessa) nella cartella principale del tuo server web;
    • Se vuoi che la tua installazione di WordPress abbia la sua sottocartella sul tuo sito web (es. http://tuonome.com/blog/), crea la cartella blog sul tuo server e carica WordPress al suo interno tramite FTP.
  6. Lancia lo script di installazione di WordPress visitando la pagina wp-admin/install.php sul tuo browser.
    • Se hai installato WordPress nella cartella principale dovresti visitare: http://tuonome.com/wp-admin/install.php;
    • Se hai installato WordPress in una sottocartella chiamata blog, ad esempio, dovresti visitare: http://tuonome.com/blog/wp-admin/install.php.

 

Subdirectory o dominio di terzo livello?

Se cerchi su google “Installare WordPress in un sottodominio o in una sottocartella” troverai idee, opinioni e teorie discordanti. Grandi (o presunti tali) esperti SEO si dimenano a scrivere le loro opinioni, supportate da prove sul campo e test ma come sempre, quando si parla di SEO, la metà appoggia una scelta e l’altra metà appoggia l’altra scelta. Questo perché il SEO non è una matematica ma un’opinione. Ma qualche indicazione possiamo tirarla fuori.

Contenuti di approfondimento come quelli ad esempio di un blog aziendale, ottengono performance migliori in termini di ranking quando sono presenti in una sottocartella rispetto a quando si trovano su terzo livello. Questo questo perché, se il contenuto degli articoli del blog sono strettamente inerenti al sito, il traffico che arriva sul blog migliora il volume generale delle visite del sito. I breve, motori di ricerca vedranno più traffico sul tuo sito. Tuttavia può essere un’arma a doppio taglio, perché se le prestazioni SEO del blog peggiorano questo può influire sulle prestazioni SEO di tutto il sito.

Quindi se io faccio i grafico e il web designer il mio blog dovrà parlare di grafica e web design

D’altra parte, se optiamo per il dominio di terzo livello abbiamo il vantaggio di indicizzare il blog separatamente dal sito principale, perché Google vede i domini di terzo livello come domini assolutamente indipendenti. Sta a noi decidere se può essere conveniente questa opzione. Ricordiamoci però che, se vogliamo utilizzare il blog come strumento di ranking, dobbiamo dobbiamo poi creare i giusti link dal blog al sito.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Condividi!

Autore dell'articolo: Sql610505

2 commenti su “Installare un WordPress in una subdirectory

    Marco Torsini

    (12/12/2017 - 09:59)

    Infine ho deciso di commentare il tuo post, ormai è qualche mesetto che ti seguo.
    Elaborato correttamente complimenti, hai centrato il punto in pieno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *